Non passa giorno che non si legga on line una domanda simile. Senza dimenticare il piccolino della terra dei laghi, il 9 Peak Pro.

UNA BREVE PREMESSA 👇

Non ho preso in considerazione i precedenti modelli semplicemente perchè si è già detto tutto di loro. Poco dopo l’uscita del 9 Peak Pro, l’avevo confrontato con 9 Baro e 9 Peak e ciò che ho detto lo penso ancora. Attualizzato 2024 si potrebbe semplicemente aggiungere che acquistare oggi un 9 Peak, un 9 Baro o un 5 Peak ha senso esclusivamente se il proprio budget si ferma ai 249 € attualmente richiesti per il primo, ai 199 € del secondo o i 149€ del terzo.

Se proprio devo dirla tutta, non credo nemmeno valga più la pena spendere quei soldi per orologi che, per quanto mi è noto, nessuno dei tre orologi verrà più aggiornato, salvo bug fix ad oggi non preventivabili.

Prendere oggi un orologio “budget” significa essere consapevoli che si compra un prodotto finito, nel bene e nel male, senza più alcuna possibilità di miglioramento. I sopraggiunti limiti hardware hanno infatti fatto spazio ad orologi con caratteristiche hardware superiori, che consentono di “giocare” maggiormente col software. Il tutto, a favore dei nuovi acquirenti.

Comprare (o continuare a usare) un orologio oggi definibile tecnologicamente superato non deve però far cadere nel tranello di non poterlo più utilizzare. Ho visto persone estremamente indispettite dal fatto che i nuovi aggiornamenti riguardassero soltanto la nuova gamma e non invece i modelli precedenti. Se si sceglie oggi di comprare un 9 baro, lo si fa consapevoli del fatto che a 199 € si compra, a 1/3 del suo costo iniziale, un orologio uscito 5 anni e mezzo fa e supportato con continui update fino a metà 2023. Avanti.


L’ATTUALE GAMMA 💎

9 Peak, Vertical e Race, rigorosamente in ordine di uscita sul mercato. Quale comprare e soprattutto perchè? I 3 orologi sono strettamente imparentati fra loro: hanno lo stesso software, con differenze veramente marginali e perlopiù legate ai rispettivi hardware, ma con tutti e tre gli orologi potete fare esattamente gli stessi sport.


Esattamente come Vertical non è fatto solo per andare in montagna, Race non è costruito solo per correre. I tre orologi sono intercambiabili fra loro, ognunuo con i propri limiti o punti di forza, hanno la stessa interfaccia grafica e dal punto di vista prestazionale, la stessa piattaforma hardware.

Ciò significa anche che Suunto App offrirà le stesse identiche possibilità. Stessi Suunto Plus, stesse metriche, stesse analisi di allenamento, recupero, etc.

Le differenze sono quindi altrove. Partiamo dalla solita tabellona riassuntiva per fissare alcuni punti.

COMPRA IL 9 PEAK PRO SE 😍

Se hai un polso esile o se comunque vuoi un orologio piccolo, leggero, elegante, spesso 1cm. Se il tuo budget è limitato a 350€ (versione acciaio), con questa cifra puoi portarti a casa un orologio che personalmente, come scritto in altri articoli, adoro.

Se ti vuoi godere tutto il mondo Suunto in formato mignon. “Piccola ammiraglia” lo avevo chiamato in sede di presentazione, ed è ancora così. In 43mm di cassa e 1,2″ di schermo, sono racchiusi tanta efficienza, piacevolezza d’uso, eleganza made in Finland.

Se sei affascinato dall’efficienza: oltre a durare certamente più di 10gg in modalità sportwatch e 40h in attività GNSS alla massima precisione (qui niente Dual Band), 9 Peak Pro, quando scarico, guadagna il 50% in 15′ di ricarica!

NON COMPRARE IL 9 PEAK PRO SE 🫤

Se per te le mappe cartografiche sono necessarie e la loro assenza è un limite invalicabile. 9 Peak Pro può ovviamente navigare, ma seguendo ciò che viene chiamata “breadcrumb”, ovvero briciole di pane. Lo fa terribilmente bene, sia chiaro, la navigazione è da sempre il punto forte degli orologi Suunto, con mappe o meno.

Se sei un maniaco del sonno: 9 Peak Pro, esattamente come Vertical (spoiler), traccia sì, ora di addormentamento e risveglio, ma le fasi di sonno riconosciute sono solo due: leggero e profondo.


COMPRA IL VERTICAL SE 😋

Se vuoi un orologio ampio, 49mm per 1,40″ di schermo, dotato di mappe cartografiche con zoom da 25m a 2km di raggio, con tecnologia solare (solo versione Titanium), dall’autonomia pressochè infinita, cosi elevata da rasentare l’inutilità.

Se prediligi un vero strumento da allenamento, se divori ore su ore su ore di allenamento settimanale e vuoi un dispositivo con schermo MIP che rifugge dalle moderne logiche dell’amoled e dei colori ultrasaturi, sacrificati sull’altare di una batteria che non ti mollerà MAI, neanche se ti toccherà fare il Tor Des Geants in compagnia della scopa.

Se vuoi il top di gamma made in Finland. E che sia in versione titanium solar. 😉

NON COMPRARE IL VERTICAL SE 😳

Se come visto nel 9 Peak Pro, vuoi un dettaglio sonno maggiore rispetto alle due fasi fondamentali.

Non comprare il Vertical se lo usi per portare il cane a fare la pipì, sarebbe come mortificarlo (no, non il cane).


COMPRA IL RACE SE 🥰

Se vuoi un orologio sportivo buono per ogni occasione: dalla mattina alla sera, con di mezzo un allenamento, e da sera alla mattina. Per ora è l’unico Suunto che ti consente di monitorare le 4 fasi del sonno (leggero, REM, profondo, veglia).

Se porti l’orologio tutti i giorni, tutto l’anno e non vuoi rinunciare a uno schermo amoled nitido e definito come quello dei cellulari e che andrà molto, molto difficilmente in difficoltà lato visibilità.

Se sei un patito del tasto “back” (funzione sostituita dallo swipe right o dal tenere premuto il tasto centrale, su 9 Peak Pro e Vertical) e delle scorciatoie da watchface (Due, tasto superiore e inferiore sul Race, una sul tasto superiore per gli altri due orologi).

Se vuoi un amoled dall’autonomia pazzesca, semplicemente la migliore sul mercato, capace di registrare 40h di attività GNSS alla massima precisione (o oziare sul divano per 13 giorni lontano dal caricatore, con tutto, davvero tutto attivo (monitor sonno, HRV, spO2, OHR 24×7, notifiche, …)

NON COMPRARE IL RACE SE 😑

Se pensi che sia uno smartwatch a tutti gli effetti. A dispetto dello schermo amoled, Race è, come tutti i Suunto precedenti, 7 escluso, uno sportwatch. A differenza degli altri due, è comunque più a suo agio, questo è vero, durante la vita di tutti i giorni extra training.

Se ti trovi più volte l’anno a correre gare più lunghe di 100 miglia o sei propenso a lunghissime avventure: 40 ore di attività GNSS in dual band sono comunque davvero tante e puoi sempre scegliere una modalità che consumi meno batteria. Oppure ricaricarlo al volo, anche durante l’attività (come tutti i Suunto). In questo caso, a orologio quasi scarico, in 15′ ricaricherete circa il 25%.


IL PARERE DI CHI SCRIVE 🙂

Credo si sia già capito: 9 Peak Pro per un acquisto budget (ma solo nel prezzo!), destinato agli amanti degli orologi compatti e che non necessitano di mappe, Vertical per lo Sportivo vero, che vuole il top di gamma sempre pronto a servirlo in avventure di una settimana di viaggio e dulcis in fundo, Race per l’80% della platea residua.

Race è infatti un orologio orizzontale, anche grazie al prezzo, buono per il dilettante tanto quanto per l’amatore molto molto avanzato, che pratica qualsiasi tipo di sport e si concede anche 1-2 Ultra all’anno.

Venduto a 449€ nella sua versione acciaio/16gb e 549€ nella versione titanium/32gb, lo ritengo non solo il miglior Suunto mai creato, ma anche lo sportwatch Best Buy del 2023 per rapporto prezzo/prestazioni.

Che tu scelga uno, l’altro o l’altro ancora, come ho già avuto modo di scrivere, è lecito attendersi da Suunto un 2024 con grandi novità software, con upgrade volti a migliorare ciò che c’è già, seguendo le indicazioni della clientela e introducendo molte altre funzioni che sono sicuro saranno gradite.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *